Archivio mensile:gennaio 2014

PENSIERO QUASI STUPENDO: TI AMO

E’ strano quando ami una persona. Lo fai a tal punto da non rendertene conto. Lo fai senza alcun motivo. Ti viene lì, quel “ti amo”, fugge via dalle labbra senza alcun preavviso. Si spande subito. E’ lì, detto, inconfutabile, ricco di sorpresa, di attesa. Sarebbe bello se ogni “ti amo” avesse una eco. Pronta e sonora. “Ti amo” – “Ti amo”.

Ogni volta è sempre diverso, c’è sempre qualcosa che modifica il tono ed il sentimento dietro a quelle poche lettere. Come se ciascun “ti amo” fosse un mondo a sè, un mondo fatto di attimi che riusciamo a stento a ricordare: stanno lì, nel cuore, cosa importa trascinarli su fino alla mente? E’ nel cuore, infatti, che hanno sede le follie, innocue o grandi che siano. E’ nel cuore che l’irrazionalità prende la piega dell’inaspettato, dell’umano esser noi. Noi, come un prato verde e in fiore, all’improvviso calpestato da un peso forte, sconvolgente. Ci pieghiamo sotto di esso, ne prendiamo la forma. Ma pian piano, fili d’erba e fiori si rialzano, assumono una nuova posizione, si fanno più raggrinziti e sporchi, ma anche più vissuti e vivi. L’amore ci rende vivi, vissuti, veri, noi. Ogni “ti amo” è un peso che si solleva, lasciando un vuoto d’aria che risucchia cuori ed anime in un unico soffio di libertà.

Ti amo.

Annunci